E.I.F & Gruppo FOLK "Città di Castrovillari" : agenzianotaro@gmail.com

Back to Top

ossezia1RUSSIA

FOLK ANSAMBLE GORETZ

VLADIKAVKAZ  – OSSEZIA SETT. & ALANIA

 

 

Il Gruppo Goretz proviene dalle pendici del Caucaso russo, da quella terra austera e dolcissima martoriata da secoli di lotte intestine che è un crogiolo di lingue culture e religioni , le mitiche montagne dove si arenò l’Arca e dove correva balzando fra i dirupi l’ariete dal vello d’oro cara al mito greco di Giasone e Medea , e dove Prometeo ascese al cielo per rubare il fuoco agli Dei , ma anche la terra dei Narti, i mitici eroi ancestrali dei Sarmati, degli Alani ed infine degli Osseti.

Il gruppo proviene da Vladicavcaz , capitale della repubblica autonoma dell’Ossezia settentrionale e Alania, confnante a sud con la Georgia ( regione dell’ Ossezia meridionale) ad ovest con la repubblica Kabardino-Balcaria , ad oriente dalle repubbliche dell’Inguscezia e della Cecenia e a nord dal Kraj di Stavropol.

Il complesso “Goretz” vanta un’esperienza decennale a livello internazionale, infatti e la quarta volta che partecipa al nostro festival , a conferma della sua grande eleganza e professionalità.

Il Programma comprende essenzialmente le danze popolari dell’Ossezia come “Tualskij”, “Tagaurskij”, le danze delle sciabole e dei pugnali, il valzer osseto, una danza lirica femminile, “Alanskije ozornitzi” (una danza femminile) e quelle danze tradizionali ,molto significative per gli osseti, – “Simd” e “Khonga Kaft”. Il programma include alcune caratteristiche danze dei folklori circonvicini come la danza Agiariana , un gruppo caucasico affine ai georgiani (dell’Agiaria), la danza georgiana delle nozze e altre tipiche di varie zone del Caucaso e dalla pianura dei cosacchi nel sud della Russia, che si sono influenzate mescolate e copiate, oserei quasi dire reciprocamente infettate nel corso dei secoli.

Virilità e modestia, riservatezza e sincerità, rispetto verso i superiori e senso del dovere – tutto questo è rispecchiato nella tavolozza ricca delle danze caucasiche. Le danze ossete sono incarnazioni di semplicità e rispetto per le tradizioni che colpiscono per il virtuosismo delle movenze e l’espressività della plasticità.    L’arte della danza si perfeziona continuamente favorendo lo sviluppo spirituale e morale del popolo. Ogni complesso contribuisce col proprio apporto alla sua ricchezza ed espressività.

Il gruppo Goretz si compone di 40 elementi fra ballerini e musicisti , il direttore del gruppo è Juri Alborov .

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il cosiddetto Ciclo dei Narti è una serie di canti epici riferiti ai Narti, eroi ancestrali, con carattere soprannaturale, di origine Osseta  ma fatti propri da molte popolazioni del Caucaso che diedero vita a proprie Saghe dei Narti dal filo conduttore comune ma che presentavano al loro interno diverse varianti locali intimamente connesse ai valori tradizionali e culturali d ciascun popolo.

I Narti, erano ancestrali eroi che vivono in un villaggio su una collina, diviso in tre quartieri, vengono così chiamati probabilmente dalla desinenza Indo-Iranica “nar-“, che  significa “uomo eroico”, infatti la lingua osseta è una lingua indo-europea , iranica affine al Farsi. LA tripartizione sociale del popolo e una costante Tipica della cultura Indo-europea. Il ciclo dei Narti e stato portato alla notorietà accademica e internazionale de G. Dumezil , insigne mitologo francese che svelò all’occidente i misteri culturali del Caucaso , e con le sue pubblicazioni collegò i miti del Caucaso al mordo ariano occidentale e nordico , al mondo indoiranico orientale dimostrando che ciò che storicamente era un barriera invalicabile con tempo divenne un ponte , infatti gli ossetti sono una popolazione iranica stabilitasi nel Caucaso nel corso dei millenni , da collegare alla Colchide , alla Scizia e alla Sarmatia e alla Persia.

Perciò influenzata da varie culture quelle del sud indoiranico le cui radici affondano nelle antiche entità etnico-politiche della Persia dell’Elam e della “Mezzaluna fertile” (sumeri e Babilonesi), da quella Anatolica con le etnie degli Ittiti o Etei  e i vari stati che si sono susseguiti nell’ Anatolia fino alla conquista prima persiana e poi greco-romana, da quella classica prima ellenica e poi latina con i vari stati del medio oriente classico, ed infine le componenti Slave e germaniche dei Rus   variamente influenzate e contrastate delalle popolazioni turco mongole e uralo altaiche che scorazzarono nel Caucaso nel corso dei secoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *