ESTATE Internazionale del FOLKLORE & Gruppo FOLK "Città di Castrovillari" : : : agenzianotaro@gmail.com

Back to Top

INDIAINDIA

SHILPAGYA   

AHMEDABAD – GUJARAT

Il gruppo SHILPAGYA proviene dalla città di Ahmedabad ( l’antica Karnavati ) ex capitale dello stato federale del Gujarat. Shilpagya è sia un’accademia di danze tradizionali , folk e classiche , che una moderna scuola di danza che si inserisce nel mondo globalizzato tenendo corsi anche di danze classica occidentale e danze moderne , ma è anche una accademia musicale ove si insegna l’uso degli strumenti tradizionale e moderni.

Il gruppo e, di conseguenza, la scuola sono stati fondati nel 2000 da Mr. Vihang Shah, tuttora Presidente, e da Mrs. Pooja Shah vice presidente ,coreografa e prima ballerina che ancora dirigono il gruppo nelle loro tournée annuali in giro per il mondo , avendo tenuto spettacoli in moltissimi paesi europei , della penisola arabica e del Nord America , ma anche in alcuni paesi Asiatici e Africani .

Le principali attività di Shilpagya sono l’ organizzazione di eventi culturali di danze folk e classiche indiane, e performances musicali in India e all’estero. In un unico istituto si organizzano corsi di danza folk e popolare , danza classica orientale ed occidentale , e corsi per vari strumenti musicali con oltre 2500 studenti all’anno. Shilpagya ha un corpo di danza che raggiunge i 125 membri per gli spettacoli e gli eventi nazionali e 55 membri che lavorano per gli spettacoli internazionali.

Lavorano principalmente per il Governo, Governo federale, Consigli locali, scuole ed università , avendo dato vita a molte rappresentazioni ed eventi culturali su tutto il territorio della federazione indiana.

La danza classica indiana raggiunge livelli estremamente elevati di mimica e gestualità che spesso si confondono con i rituali ed i culti della loro religione, pertanto molto spesso vi sono danza da considerare a pieno titolo sacre o religiose , in contrapposizione alle danze laiche o in genere amorose , cariche si sensualità ed erotismo

Per questa tournée italiana ovviamente il programma sarà interamente dedicato alle danze folkloriche e classiche dell’india: fra le danze più rappresentative vi sono delle pantomime riferibili ai miti dell’Induismo ed in misura minore del Jainismo e del Buddhismo che si devono considerare rappresentazioni sacre.

Le danze tradizionali basate sui temi classici connessi alla vita e all’amore , più o meno influenzate dalla cultura islamica riconducibili alla cultura delle cortei dei principati indigeni o alle corti Moghul in cui si sviluppò quel grandioso fenomeno dell’arte del Gandharva, ora rese popolari dalle Bajadere , mentre nell’antichità erano appannaggio quasi esclusivo dei Maharajas e delle caste dominanti superiori.

Infine vi è l’immenso filone folklorico che attinge da un bacino di circa 700 gruppi etnici tribali , una ventina di popolazioni indoarie e una decina di etnie Dravidiche a loro volta variamente influenzato da culti e culture Hindu, Islamica , Buddhista , Jainista , Cristiana e Sciamanico – Animista.

Voler parlare del folklore indiano è alquanto arduo e complesso e come voler definire un qualcosa ove si mescolano in un crogiolo poliedrico e fantasmagorico le infinite componenti culturali tipiche delle quattro grandi ripartizioni etnolinguistiche : gli Indoariani, i Dravida, i Sino- tibetani e i Maleo – Austronesiani.

2 Responses so far.

  1. TWINKLE PATEL ha detto:

    fantastic,fabulous & super duper roking grp…………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *