E.I.F & Gruppo FOLK "Città di Castrovillari" : agenzianotaro@gmail.com

Back to Top

Foto bilbili

Grupi Folk “BILBILI” , Vlorë  (Valona)

 

Il gruppo “Bilbili” (in albanese “Usignolo”)  è stato fondato nel 1994 nella città di Valona , grande porto sulla costa meridionale dell’Albania sulla riva orientale del Canale d’Otranto , e agisce nell’ ambito del Centro culturale “AULONA” , che organizza in Valona il locale festival internazionale del folklore, alla cui ultima edizione ha partecipato anche “ Città di Castrovillari”.

Il gruppo vuole approfondire conservare e trasmettere le antiche tradizioni del popolo albanese , le cui radici si perdono nella notte dei tempi quando un popolo preindeuropeo d’affinità  illirica cominciò a fondersi con elementi  europei di varia origine , Elleni , Macedoni, Epiroti  ed altri  , ai quali in seguito si aggiunsero i Latini che fecero raggiungere all’antica Aulona, fondata dagli Illiri nel VI  sec a.C.,  la fase più alta della sua evoluzione storica , quando la città divenne una dei maggiori centri dei Balcani nel’ambito della Provincia dell’ “Epirus Novus” dell’impero ROMANO .

Su questo substrato albanese-indoeuropeo culminato con la dominazione Bizantina in epoca tardo medievale , si sovrimpose la cultura Islamica quando le truppe dell’impero Turco – Ottomano misero a ferro e fuoco i Balcani la fine del XVI sec.  e produssero  quel fenomeno migratorio noto come ”La Diaspora Albanese” quando molti albanesi sotto la guida dell’eroe nazionale Iskander Bey / Skanderbeg dopo aver tentato strenuamente di difendere il sacro suolo patrio, dovettero fuggire prevalentemente  nel sud Italia  aiutati dai vescovi del meridione che concessero loro molti borghi in genere abbandonati in cui stabilirsi per riprendere a vivere pacificamente al riparo dall’islamizzazione forzata.

Il gruppo ha nel suo repertorio il folklore della “Grande Albania”, che la storia e la politica hanno voluto dividere in 6 aree geografiche , i territori controllati una volta dalla Yugoslavia ed  ora  suddivisi fra  Serbia, Montenegro,  Kosovo  e Macedonia , le regioni  dell’Albania epirota  da sempre incluse in territorio greco , e oltre l’odierna  Albania , i territori dell’ Arbéria Italiana.  Ovviamente una particolare attenzione  è rivolta alle danze e ai tipici canti della tradizione del canto polifonica “a cappella” dell’Albania meridionale  , da cui s’intuisce  l’origine del nome del gruppo “Bilbili” cioè “Usignolo” , il tutto impreziosito dai coloratissimi costumi degli abiti tradizionali . Il gruppo a partecipato a decine di festival folk in patria e in Europa, è membro del  CIOFF ed come centro culturale organizza il festival di “Aulona”.

Il direttore è Sejmen Gjokoli.

 

logo grupi bilbili